LINEA DIRETTA: +39 041 4761926

Biennale di Architettura 2016: Reporting from the Front

Articolo in collaborazione con venezianews.it

Fino al 27 novembre 2016 i Giardini e l’Arsenale di Venezia ospitano la più grande mostra di architettura al mondo. Titolo della quindicesima edizione è “Reporting from the Front”: una riflessione sulle periferie e sulla necessità di allargare le aree abitabili, per far spazio a chi cerca luoghi migliori da vivere, per necessità o per scelta.

In collaborazione con www.venezianews.it
 
Alejandro AravenaL’attenzione di architetti e urbanisti alla progettazione dei luoghi periferici deve essere ispirata ai principi di vivibilità, dignità, creazione e rafforzamento del senso di appartenenza ad una collettività.

Il tema delle periferie siano esse intese come anelli urbani delle grandi città, o luoghi di confine di regioni, paesi, macro aree geografiche, è di fondmantale importanza perché, nelle parole del curatore Alejandro Aravena, “sono sempre di più le persone sul Pianeta alla ricerca di un luogo decente in cui poter vivere e le condizioni per raggiungere tale scopo si fanno di ora in ora sempre più ardue.”
 
"Reporting from the Front" è il titolo della 15. Biennale di Architettura, una biennale politica, nel senso puro del termine, dato che tratta argomenti legati alla collettività e al cittadino. E' un tema, quello della periferia luogo fisico di confine del vivere comune, che si pone dunque in linea con il discorso avviato dal Presidente della Biennale Paolo Baratta e che pervade anche le altri grandi manifestazioni firmate Biennale di Venezia. 

"Prima di essere architetto sono un cittadino" spiega Aravena a Maria Chiara Marzari di Venezia News, "condivido con la società civile un senso di disagio verso problemi di natura diversa, dal traffico all’essere più o meno favorevole a una legge che magari interviene in un ambito che non vorrei venisse cambiato. Si è perennemente in contatto con sfide che costituiscono al tempo stesso nuove possibilità e potenziali problemi, in un equilibrio molto precario che cambia in base alla percezione soggettiva."

Leggi la lunga intervista a Alejandro Aravena su www.venezianews.it


TUTTE LE ESPERIENZE TUTTI GLI ARTICOLI